Università di Messina ultima in Italia secondo la classifica Censis

Messina fanalino di coda delle università italiane. Non va meglio all'università di Catania che si piazza al terz'ultimo posto nella classifica dei medi atenei statali. Brilla solo quella di Palermo, piazzandosi al settimo posto tra i mega atenei statali davanti a Milano.

Arriva una secca bocciatura per l’Università di Messina. La classifica Censis delle grandi università statali italiane, edizione 2021/2022, stronca l’Ateneo peloritano, classificandolo all’ultimo posto. Questo speciale censimento, giunto alla sua ventunesima edizione, è uno strumento creato per fornire orientamenti alle scelte degli studenti che intendono intraprendere gli studi accademici. Si tratta di un’analisi del sistema universitario italiano, basata sulla valutazione delle strutture disponibili, dei servizi erogati, del livello di internazionalizzazione, della capacità di comunicazione 2.0 e della occupazione.

Tante, troppe pecche per l’Università di Messina che nella classifica del Censis ottiene il punteggio di 76,5 come esito complessivo dei risultati raggiunti nei vari settori sottoposti ad analisi. Il dato peggiore riguarda i servizi che ottengono un punteggio di 69. Non brillano nemmeno l’occupazione 74 punti e l’internazionalizzazione 72 punti. Va meglio per le borse di studio 78 punti e per le strutture 79 punti. L’unico dato soddisfacente è quello ottenuto dalla Comunicazione e dei servizi digitali 87 punti.

Nemmeno l’Università di Catania può dirsi soddisfatta, piazzandosi al terz’ultimo posto in classifica tra i grandi atenei statali italiani, poco sopra quella di Messina. L’Università di Palermo raggiunge un brillante settimo posto tra i mega atenei statali. L’ateneo palermitano con 82,7 di punteggio totale si posiziona addirittura prima della Statale di Milano 81,8.

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo