Sicilia, ecco le novità per chi deve rientrare

Nuove disposizioni per chi arriverà in Sicilia durante le festività natalizie.

Arriva una nuova ordinanza che darà nuove disposizioni per chi tornerà in Sicilia per le vacanze di Natale. La nuova ordinanza è stata firmata dal presidente della Regione Nello Musumeci, dopo un confronto con il Comitato tecnico scientifico, i medici di base e il presidente dell’Anci Sicilia. L’ordinanza sarà valida da Lunedì 14 Dicembre a Giovedì 7 Gennaio.

Ecco cosa prevede l’ordinanza.

 

Registrazione sul portale, tamponi e alternative

Chiunque arrivi in Sicilia dovrà registrarsi sulla piattaforma www.siciliacoronavirus.it ed essere in possesso dell’esito negativo del tampone molecolare effettuato nelle ultime 48 ore. Sono esclusi i pendolari e coloro che si siano allontanati dall’Isola nei giorni immediatamente antecedenti, per recarsi nel territorio nazionale per un periodo inferiore a quattro giorni.

Chi non ha potuto sottoporsi al tampone, può recarsi presso un drive-in appositamente dedicato per sottoporsi al tampone rapido antigenico. In caso di positività, si seguono le procedure previste per i soggetti Covid-19 positivi, con ripetizione del tampone molecolare e presa in carico da parte del Sistema sanitario regionale. Se invece è negativo, potrà recarsi al domicilio. La raccomandazione è di mantenere i dispositivi di protezione individuale, evitare i contatti con soggetti terzi e sottoporsi nuovamente a tampone antigenico dopo cinque giorni.

In alternativa, si può andare presso un laboratorio autorizzato e sottoporsi al tampone molecolare, a proprie spese, con l’obbligo per la struttura stessa di darne comunicazione al dipartimento di Prevenzione dell’Asp. Invece per chi non segue nessuna delle precedenti procedure, come ultima ipotesi, ha l’obbligo di porsi in isolamento fiduciario per 10 giorni, presso il proprio domicilio.

 

Limitazione degli accessi nei centri commerciali

I titolari degli esercizi sono tenuti a comunicare all’Asp il numero massimo dei clienti ospitabili. Rispettando le Linee guida nazionali vigenti, esponendo il cartello con tale limitazione all’esterno del locale. I centri commerciali  dovranno munirsi di strumenti conta persone agli ingressi, limitando e scaglionando gli accessi dei clienti.

 

Registrazione dei clienti per ristoranti e pizzerie

I titolari di ristoranti e pizzerie hanno anche l’obbligo di conservare l’elenco dei clienti serviti ai tavoli per un periodo di almeno due settimane.

 

Coinvolgimento dei medici e dei pediatri

La nuova ordinanza prevede il coinvolgimento dei medici di Medicina generale e i pediatri di libera scelta, che supporteranno le Asp per tutta la durata del periodo emergenziale, nella gestione dei pazienti Covid-19 positivi o sospetti tali, effettuando i tamponi antigenici rapidi o di altro test.

 

Più potere ai sindaci

Potranno consentire agli esercizi pubblici l’orario continuato e adottare, altresì, misure limitative di accesso alle aree comunali, per evitare assembramenti e stazionamenti prolungati, anche mediante l’utilizzo di transennamenti o regolatori di flusso di entrata e uscita.

 

 

 

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo