Sicilia, da lunedì 30 l’isola sarà in zona gialla. Cosa cambia?

Il repentino aumento di contagi ha portato la Sicilia a diventare zona gialla. L'appello di Razza alla vaccinazione.

Sono 1.681 i nuovi positivi in Sicilia. Un numero che porta l’isola ad essere la regione con il più alto tasso di casi Covid in Italia. Il Ministro della Salute Roberto Speranza, ha firmato l’ordinanza che porterà la Sicilia a diventare zona gialla a partire da lunedì 30 agosto.

Cattive notizie sono quelle che giungono dagli ospedali: infatti sono 778 i pazienti nei reparti Covid dell’Isola (+26 rispetto a ieri). Stabili sono i numeri delle terapie intensive con 103 posti letto occupati.

L’appello di Razza

Un altro fattore che induce la Sicilia a diventare zona gialla è dato dalla bassa percentuale di persone non vaccinate: un siciliano su tre non ha ancora ricevuto il vaccino. In virtù di ciò, l’assessore regionale Ruggero Razza invita alla vaccinazione e alla responsabilità:  «L’80% dei ricoverati non è vaccinato, oggi questi cittadini sono pentiti, ma non si sono vaccinati quando avrebbero potuto e dovuto. La Sicilia è stata invasa dal flusso di turisti arrivati da ogni parte d’Italia e del mondo. Paghiamo l’effetto di una grande circolazione del virus ma abbiamo il dovere di chiedere a quella percentuale di cittadini siciliani che non ha fatto il vaccino, di fare come la maggioranza, perché la minoranza non può consentire né consentirsi di decidere le sorti di tutti gli altri siciliani».

Zona gialla, cosa cambia?

A partire da lunedì 30 agosto la Sicilia diventerà zona gialla. Ecco un memorandum su cosa cambierà

regole zona gialla

 

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo