Serie A si è conclusa la 7° giornata Napoli ancora primo

Si conclude la 7°giornata di Serie A: Napoli ancora in testa, bene Milan Inter Roma e Juve. 

Serie A si è conclusa la 7° giornata Napoli ancora primo. Vincono di nuovo i partenopei, che dopo la sconfitta in Europa League si sono subito ripresi. Infatti dopo essere andati sotto rimontano un’ottima Fiorentina, e vincono per 2 a 1.

Tra le note positive delle partite di ieri vi è anche la Roma di Mourinho. I giallorossi dopo un derby non esaltante battono agevolmente l’Empoli, e rimangono vicini alla testa della classifica.

Nel big match tra Atalanta e Milan trionfa ancora la squadra di Stefano Pioli. Il “diavolo” apre la gara segnando subito, e prima dell’intervallo trova il 2-0 grazie a Sandro Tonali, autore di un’ottima prestazione. L’Atalanta di fatto si fa gol da sola, e le assenze di Gosens, e Pessina, uscito in barella, non migliorano le cose. Infatti nel secondo tempo il Milan dilaga, e Leao segna il gol del 3-0. Poco dopo arriva la reazione dei padroni di casa, che con un rigore e un gol allo scadere rendono il parziale meno amaro.

Molto male invece la Lazio. La squadra di Maurizio Sarri, orfana di Ciro Immobile perde 3-0 con un buon Bologna e scivola al 6° posto della classifica.

Nelle partite di Sabato trionfano Juve e Inter. I neroazzurri erano attesi da un impegno non facile a Reggio Emilia contro il Sassuolo. Tuttavia, dopo aver chiuso il primo tempo in svantaggio, gli uomini di Simone Inzaghi, grazie anche all’ingresso di Edin Dzeko rimontano. Il bosniaco è il migliore in campo, infatti segna al primo pallone toccato e si conquista il rigore del vantaggio definitivo.

Infine anche la Juve fa il suo e porta a casa i 3 punti. Derby non facile contro un Torino che si difende bene, e a tratti è anche pericoloso.  Quasi alla fine però arriva il tiro perfetto di Locatelli, che la decide segnando il suo secondo goal consecutivo.

Bianconeri che a causa dei punti persi nelle prime giornate sono ancora 7°, molto indietro rispetto alle altre. Però sebbene Milan e Napoli stiano facendo una fantastica stagione c’è forse troppa esaltazione. Ad esempio Spalletti spesso anche con l’Inter è partito bene, salvo poi avere un calo nel periodo di Dicembre.

Il Milan invece non ha una rosa molto ampia, e questo potrebbe essere un problema nei momenti cruciali della stagione. Le buonissime prestazioni in ambito europeo lasciano ben sperare i tifosi. Non bisogna però dimenticare che al netto di due partite giocate quasi perfettamente i rossoneri sono a 0 punti.

E alla fine dei giochi non conta giocare bene o fare tanti gol, vincere di 100 o di 1, come nelle corse dei cavalli, conta solo mettere il musetto in avanti….


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo