Ritrovate lettere dal fronte a San Pier Niceto, risalgono alla guerra in Egitto

Lo storico Marco Spada ha recentemente ritrovato una nutrita serie di lettere scritte da un fante di San Pier Niceto impegnato nella campagna del Nordafrica e successivamente imprigionato nel campo di detenzione inglese di Fayed.

lettere

Marco Spada, storico dell’Università di Messina, ha recentemente ritrovato delle lettere risalenti ai tempi della campagna del Nordafrica. Il rinvenimento è avvenuto durante un sopralluogo all’interno di una casa nel paese di San Pier Niceto grazie all’autorizzazione dei proprietari del vecchio immobile. Per raccontarvi l’accaduto ci affidiamo alle parole di chi ha scoperto queste lettere:

“Qualche giorno fa ho avuto la fortuna (e permettetemi anche l’arguzia) di ritrovare – durante una delle mie escursioni – una nutrita serie di lettere provenienti dalla celebre “Guerra nel deserto” o “campagna del Nordafrica” che dir si voglia. Esse sono state scritte dal fante del 75° Reggimento fanteria “Napoli” Giuseppe Sgrò, nativo di San Pier Niceto e combattente durante il Secondo conflitto mondiale. Secondo le prime perizie, il fante venne imprigionato dagli inglesi nel campo n°. 307 nella località di Fayed, ad est del Cairo, in un periodo che si assesta più o meno dalla seconda metà del 1943 alla prima metà del 1946.”

“Tramite queste lettere – continua Spada – cercherò di rimediare alle lacune di una storiografia nella quale si salva soltanto il lavoro di Arrigo Petacco: “Quelli che dissero no. 8 settembre 1943: la scelta degli italiani nei campi di prigionia inglesi e americani”, Milano, Mondadori, 2014 . Cercherò di portare avanti questo lavoro di ricerca per restituire un’altra delle tante verità obliate dopo la Seconda guerra mondiale.”

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo