Raffineria di Milazzo: 35 mln € per investimenti in ricerca, sviluppo e innovazione

Il finanziamento arriva da Cassa depositi e prestiti con garanzia Sace

Raffineria di Milazzo

Cassa depositi e prestiti (Cdp) ha concesso un finanziamento di 35 milioni di euro alla raffineria di Milazzo per nuovi investimenti in ricerca, sviluppo e innovazione. Le risorse, si legge in una nota dello studio legale Osborne Clarke che ha assistito Cdp nell’operazione, saranno destinate anche ad interventi in materia di ambiente, efficientamento energetico, sviluppo sostenibile e green economy, previsti dal piano economico finanziario della società.

L’erogazione, prosegue il comunicato, ha un valore di 35 mln € ed è assistita dalla Garanzia di Sace, come stabilito dalla legge n.40 del 5 giugno 2020 che ha convertito il DL Liquidità (QE 8/6/2020). L’impianto, ricorda il sito ufficiale della raffineria di Milazzo, si estende su un’area di 212 ettari ed è controllato da Eni e Q8 (entrambi al 50%) e ha una capacità di lavorazione di circa 10 milioni di tonnellate all’anno. Il 90% dei prodotti (tra cui sono inclusi combustibili e carburanti) viene spedito via mare. (Clicca qui per leggere la storia della Raffineria)


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo