Portorosa. Torna armato di pistola dopo le minacce di morte

I titolari di un locale del porto turistico dopo le minacce hanno chiamato il 112, scongiurando una possibile tragedia

La chiamata alle Forze dell’ordine e il loro arrivo tempestivo hanno probabilmente scongiurato il peggio. Un giovane infatti ha minacciato di morte i titolari di un locale di Portorosa, poi è andato a casa a prendere la pistola ed è tornato sul posto. Arrestato questa mattina un 29enne dai Carabinieri della Compagnia di Barcelona Pozzo di Gotto per porto d’arma clandestina in luogo pubblico.
Il giovane infatti è stato trovato in possesso di una pistola Beretta calibro 6,35, con matricola abrasa, e un caricatore con 5 proiettili. Il 29enne, B. G. di Barcellona, aveva passato la serata nel locale e, dopo una lite aveva minacciato i titolari dicendogli: “ora torno a casa, prendo la pistola e vi ammazzo“. A quel punto, su chiamata degli imprenditori minacciati, la sala operativa dell’Arma ha inviato una pattuglia.
I carabinieri hanno fermato il 29enne dopo che questi ha cambiato strada alla loro vista e lo hanno perquisito, trovando l’arma. Tratto in arresto il barcellonese è stato tcondotto nel carcere di Caltagirone su disposizione dell’autorità Giudiziaria.
La pistola è stata inviata ai Ris di Messina per analisi balistiche. Si vuole infatti capire se l’arma sia stata utilizzata per altri reati.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo