Pedaggio di Villafranca, il consigliere Biancuzzo continua la sua lotta

1 euro e 20, che diventano 2 e 40 andata e ritorno, per una media di 25 giorni al mese fa una spesa di 60 euro.

Continua la lotta del consigliere comunale di Messina, Mario Biancuzzo. Il consigliere ha fatto anche la torta con la candelina, per “festeggiare” i 49anni di un pedaggio considerato assurdo e illegittimo. Si paga esattamente da 49 anni e, da almeno la metà, se ne chiede invano l’abolizione. Il costo del pedaggio è di 1,20 euro, 2,40 se si considera l’andata e il ritorno, per un totale di 60 euro mensili, una spesa eccessiva secondo il consigliere comunale.

 

Le dichiarazioni del consigliere comunale, Mario Biancuzzo

«Per colpa di questo pedaggio illegittimo e assurdo la riviera nord non ha uno sviluppo demografico, sociale, economico-imprenditoriale, qui non sorgono centri commerciali né le singole botteghe hanno vita facile. Il territorio perde continuamente residenti. Neanche la crisi economica di questi anni e la pandemia sono riusciti a sensibilizzare la classe dirigente amministrativa locale, regionale e nazionale, nonostante una petizione con 10mila firme. Qui i cittadini pensano a scappare o a creare un nuovo Comune. Un pedaggio che ormai è diventato una condanna per tutti i messinesi».

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo