Milazzo, l’influncer Ale Della Giusta denuncia la mafia dei taxi al Porto

La vicenda si svolge sottoforma di video denuncia sul canale instagram del noto influencer e youtuber AleDellaGiusta che prende di mira la mafia dei taxi

La mafia dei taxi è una questione che la politica locale non ha mai affrontato, eppure, esiste. Sia chiaro, non tutti i tassisti al Porto di Milazzo usano il metodo del “cartello”. Eppure quello capitato ad Aledellagiusta, noto influencer che gira il mondo con più di 250 mila follower su Instagram, è il riassunto di una vicenda a dir poco grottesca.

Nelle sue ultime storie questo ragazzo ha raccontato che nel viaggio di ritorno verso Catania dalle Isole Eolie si è trovato in una situazione imbarazzante. Volendo arrivare in aeroporto ha chiesto a un tassista che per duecento euro lo avrebbe portato. Poi è andato a chiedere al personale di un mini bus navetta che però si è rifiutato dietro l’accordo con lo stesso tassista. Il ragazzo ha capito subito che qualcosa non andava e ha intervistato un venditore ambulante che ha spiegato come funziona.

Poi è intervenuto un secondo tassista che ha permesso al ragazzo di salire sul bus navetta con 25 euro (il bus aveva 15 posti liberi a bordo). Il tutto documentato nelle storie dell’influencer. Una pessima pubblicità per Milazzo. Una questione divenuta tabù su cui nessuno vuole esporsi. Cosa dirà il Sindaco di questa vicenda che getta più di qualche perplessità sulla capacità attrattiva di Milazzo sul fronte turistico? Lo youtuber in questione ha un canale con milioni di visualizzazioni ma lui stesso su Instagram scrive: “così i turisti non tornano.”


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo