Meteo, estate di San Martino al via sul messinese

Sole e clima mite per i prossimi 10 giorni

Non ci saranno grosse novità per i prossimi giorni dal punto di vista meteorologico, poiché un campo di alta pressione tenderà a rafforzarsi su tutto il Mediterraneo in contrapposizione al rinforzo del vortice polare. Quest’ultimo nei prossimi giorni tenderà a compattarsi e a ruotare più velocemente, fattore che causerà la risalita della fascia degli anticicloni. Il Mare Nostrum verrà quindi completamente inglobato dall’alta pressione, la quale trasporterà correnti più miti dalle latitudini più basse dell’oceano Atlantico. Se sul nord Europa si susseguiranno tempeste di notevole intensità, i paesi che si affacciano sul Mediterraneo vedranno una sostanziale stabilità atmosferica, con il sole, i venti deboli e le temperature miti che la faranno da padroni.
La situazione vedrà un piccolo cambiamento a metà della prossima settimana, quando una depressione tenderà ad isolarsi sulla penisola iberica, apportando una severa ondata di maltempo tra Spagna e Portogallo. In Italia non cambierà pressoché nulla, poiché l’alta pressione continuerà a dominare la scena.
Quello di cui ho parlato fino ad ora ha una probabilità di accadimento molto alta, maggiore del 90%, mentre quello che accadrà dopo giovedì/venerdì della prossima settimana rimane ancora un po’ incerto, ma la tendenza sembra chiara. La depressione spagnola non avanzerà verso est, cioè verso l’Italia, ma verrà riassorbita dal flusso atlantico, mentre l’alta pressione prenderà il suo posto, spostandosi verso ovest. Quest’ultima tenderà a lasciare scoperto il settore orientale, tra Turchia e penisola Balcanica, dove si potrebbero insinuare umide e fredde correnti dalla Russia. Il prossimo fine settimana potrebbe quindi vedere un generale calo termico ma purtroppo andranno ancora a mancare le piogge.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo