La Sicilia verso la zona bianca? I presupposti ci sono ma…

I dati della settimana scorsa ci permettono di ipotizzare qualche "futile" presupposto, ma non bisogna vanificare i sacrifici fatti. I numeri regionali e nazionali 

Vaccino

Sicilia zona bianca? Perché dire no. I presupposti ci sono dato che la curva epidemiologica sta notevolmente rallentando, ma bisogna essere molto cauti. In circostanze come quella attuale, compiere un azzardo può esser sinonimo di render inutile ogni sacrificio compiuto. In riferimento ai dati della settimana scorsa, possiamo notare che si sono registrati 3246 nuovi positivi, con una diminuzione pari al 22,5% rispetto ai 4190 della settimana precedente. Appare evidente dunque un calo di nuovi positivi, di ricoverati in terapia intensiva e di decessi. Dati positivi che ci permettono di ipotizzare qualche “futile” presupposto.

Messina e provincia

Ieri a Messina non si sono registrate vittime. Scende il numeri dei ricoveri da 146 a 140, di cui 65 al Policlinico (+1), 18 al Papardo (invariato), 10 a Barcellona (-1), 7 al Piemonte (invariato), 2 alla San Camillo (-1), 19 alla Cappellani (invariato), 19 alla Opus (-5). Nei tre ospedali Covid (Policlinico, Papardo e Barcellona) i ricoveri restano invariati, 93. Su 146, 17 sono in terapia intensiva: 11 al Policlinico, 2 al Papardo e 4 al Piemonte.

L’incremento nazionale

Se i dati regionali ci regalano qualche briciolo di speranza, quelli nazionali annunciano il contrario. I dati della settimana scorsa (dal 15 al 21 febbraio) ci dicono che si sono registrati 87367 nuovi positivi, il 2,6% in più rispetto agli 85141 della settimana precedente. Nelle ultime 24 ore  invece, ci sono 9.630 nuovi casi.  Secondo i dati del Ministero della Salute, da ieri sono stati registrati altri 274 morti che portano il totale a 95.992 dall’inizio dell’epidemia di covid-19. Nelle ultime 24 ore sono stati eseguiti 170.672 tamponi, attualmente l’indice di positività è al 5,6%.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo