La decima “Giornata Tricolore” a Custonaci per creare un legame tra passato e futuro

La decima edizione della Giornata Tricolore si è svolta in un clima particolare. A pochi giorni dalle elezioni nazionali, gettare le basi di una nuova Italia partendo da Custonaci è stato fondamentale per creare un continuum tra passato e futuro

Custonaci

Sono tante, troppe, le incognite che ci riserva il futuro prossimo. Le questioni da dover risolvere riguardano fin troppi temi e – molto probabilmente – il nuovo governo di Destra dovrà combattere sull’orlo del precipizio socio-economico. Alla decima “Giornata Tricolore” organizzata dal Centro Studi Dino Grammatico a Custonaci si è discusso principalmente di queste tematiche.

I numerosi avventori presenti hanno ascoltato le argomentazioni di una platea variegata di relatori, i quali hanno messo sul piatto le varie soluzioni derivanti dalle loro specializzazioni. Dall’economia alle politiche culturali passando per alcuni momenti più pragmatici nel campo dell’organizzazione del nuovo corso politico italiano.

Con la moderazione del direttore del Conservatore Marco Spada, gli interventi del giorno si sono susseguiti con le dovute tempistiche, permettendo agli oratori di poter tracciare un solco tra il nefasto passato e la possibilità di un futuro radioso. Da Michele Ritondo, presidente di Gioventù Nazionale, passando per l’on. Livio Marrocco – presidente ISES Nova Civitas – e Alberto Samonà, assessore ai Beni Culturali della nostra Regione.

Spazio anche per il passato, ovvero per i maestri della politica del MSI che al giorno d’oggi servono più che mai per mantenere coeso l’ideale comune. Dall’on. Michele Rallo a Giampiero Cannella passando per Giuseppe Bica e l’introduzione di Fabrizio Fonte, presidente del Centro Studi Dino Grammatico. Momenti preziosi soprattutto per i giovani presenti, i quali – oggi più che mai – necessitano di guide all’altezza del compito.

Particolarmente pregevole l’intervento dell’assessore Alberto Samonà, il quale ha definito fondamentali le politiche culturali e “non di serie B” rispetto alle altre. Il suo lavoro in questi anni ha sicuramente lasciato il segno nella storia della Sicilia. La decima Giornata Tricolore ha sicuramente ottenuto il successo che ci si aspettava. Adesso toccherà agli elettori il 25 settembre.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo