In Sicilia si è registrata la temperatura più alta di sempre in Europa: è un dato veritiero?

L'11 agosto si è registrata a Siracusa la temperatura di 48.8°C, può essere considerato un dato valido?

L’11 agosto 2021 è una data storica per la meteorologia italiana ed europea, poiché a Floridia, a pochi chilometri da Siracusa, la stazione meteorologica di proprietà del SIAS (Servizio Informativo Agrometeorologico Siciliano) ha registrato la temperatura di 48.8°C. Si tratta di una valore mai registrato sul suolo europeo, superando tutti i precedenti record.

In realtà sussistono però dei dubbi riguardo al dato, nonostante la stazione meteorologica risulti a norma e costantemente manutenuta dall’ente proprietario. Per essere considerato record ufficiale, il dato deve essere certificato dal WMO (organizzazione mondiale della meteorologia) in base a stringenti criteri tecnici. Il precedente record europeo ufficiale era detenuto da Atene (Grecia) che nel 1977 fece registrare 48.0°C, mentre in Italia non sono mai stati certificati i 48.5°C di Catenanuova (Enna, 1999), ne tantomeno i 47.0°C di Foggia (2007). Il record italiano ufficiale appartiene ancora a Catania Sigonella (stazione di proprietà dell’aeronautica militare, l’unica rete certificata WMO), che nel 1962 fece registrare 46.7°C.

Il valore estremo registrato a Siracusa non può però essere considerato non plausibile, poiché è figlio di una ben precisa configurazione meteorologica: il promontorio africano, che insiste quasi ininterrottamente da metà giugno scorso, ha avvettato – cioè trasportato – aria rovente verso la Sicilia (29.4°C registrati a 850 hPa – 1600 metri – nel radiosondaggio della mezzanotte dell’11 agosto effettuato a Trapani-Birgi), mentre una moderata ventilazione soffiava dall’entroterra siciliano verso il mar Ionio; le correnti favoniche in discesa verso la costa siracusana hanno subito una compressione e quindi un riscaldamento di alcuni gradi. A questi due fattori si sono aggiunti anche i forti moti di subsidenza che hanno ulteriormente riscaldato l’aria in prossimità degli strati più bassi del suolo (la quota di 500 hPa era posta addirittura a 6010 metri, sempre secondo il radiosondaggio di Trapani-Birgi). Inoltre anche molte altre stazioni meteorologiche hanno segnato valori termici superiori ai 45°C, tra cui spicca Paternò, con 47.3°C. Di seguito il grafico che mostra la temperatura, l’umidità relativa e la ventilazione a Floridia, dove non sembrano esserci particolari anomalie dettate da incendi nelle vicinanze (smentiti da molti) o malfunzionamenti.

 

Il SIAS si è inoltre espresso sul dato registrato, dicendo: “Alle 13:14:15 ora locale toccati i 48,8 °C presso la stazione SIAS di Siracusa C.da Monasteri, temperatura più elevata registrata dalla intera rete SIAS dalla sua installazione nel 2002.”. In merito alla convalida del dato ha invece risposto “Al momento non risultano motivi per invalidarlo, ma se possibile faremo una valutazione ex-post sull’accuratezza della misura”, mentre a chi sostiene che lo schermo solare che protegge il sensore di temperatura sia “bucato” ha ribadito “L’alloggiamento del secondo sensore di controllo è orientato verso Nord, nessuna possibilità quindi che la radiazione solare abbia interferito con la misura. Inoltre la ventilazione era abbastanza sostenuta, escluderemmo quindi possibilità di un’alterazione della misura a causa della schermatura”. Per la conferma ufficiale del dato si aspetta quindi una comunicazione da parte della WMO.

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo