Il Tirrenico al Taormina Film Fest

Anche quest'anno abbiamo avuto l'onore di essere presenti al Taormina Film Fest. Un evento di grande orgoglio siciliano nel mondo.

Dal 26 Giugno al 2 Luglio il grande cinema internazionale è sbarcato nella bellissima cornice di Taormina per la sua 68esima edizione.

Quest’anno si è celebrato in particolar modo l’esaltazione del genere comedy in tutte le sue declinazioni, riportando il grande pubblico nel magico scenario del Teatro Antico.

L’edizione si è aperta con la proiezione del film “Il Padrino” in versione restaurata, alla presenza dello stesso Francis Ford Coppola.

Ma gli artisti di caratura internazionale presenti, sono stati tanti, oltre al già citato Coppola, infatti una sfilata di stelle ha solcato il palcoscenico del Taromina Film Fest: Giuseppe Tornatore, Ferzan Özpetek, Eva Longoria, Sofia Carson, Diane Warren, Catherine Hardwicke, Marco Giallini, Isabella Ferrari e, ancora, i Campioni del Mondo del 1982.

Quest’anno poi, si è voluto porre l’accento sul ruolo delle donne nella commedia, grazie alla presenza di Caterina Guzzanti, Paola Minaccioni e Carla Signoris, che con la loro leggerezza studiata e con i loro personali talenti hanno regalato sorrisi e aneddoti divertenti al pubblico presente.

E proprio quest’ultima è stata la designata del Premio Manfredi, promosso dai Giornalisti Cinematografici Italiani, premio al quale la città di Taormina è particolarmente legata, in onore di Nino Manfredi e della moglie le cui origini sono proprio in questo luogo.

Lei stessa, con i figli, ha voluto fortemente che questo riconoscimento legato ai Nastri d’Argento, venisse ogni anno consegnato ad un’artista che si distinguesse per il suo talento ironico, versatile e intenso, proprio com’era il grande Nino.

Il vincitore del Taormina Film Fest 2022, è stato il film Boiling Point di Philip Barantini premiato come miglior film della 68ma edizione, e si è aggiudicato anche la miglior regia conquistando gli ambiti Cariddi d’Oro e d’Argento.

Tanti anche i cortometraggi premiati, uno fra tutti, la storia intima Zita sempri, primo cortometraggio diretto da Stefania Spampinato, (la dottoressa Carina DeLuca di Grey’s Anatomy) che, riceve il premio Wella di questa edizione grazie al suo racconto madre-figlia, esplorando l’esperienza femminile attraverso le diverse generazioni.

Numerosi i ricordi e gli omaggi che si sono susseguiti nelle serate, in momenti colmi di emozioni e racconti particolarmente sentiti da chi ha lavorato con talenti come Vittorio Gassman e Ugo Tognazzi, Ennio Morricone, protagonista del documentario Ennio di Tornatore, osannato dalla critica, e il compianto Franco Battiato, omaggiato attraverso la proiezione in anteprima mondiale del docufilm La Voce del Padrone.

Tutti momenti toccanti e pieni di commozione e nostalgia.

Grazie al Taormina Film Fest per queste esperienze ricche di ingegno artistico e per trasformare la Sicilia in un panorama d’importanza internazionale.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo