Il rimpasto di Forza Italia nella giunta Musumeci sarà al maschile

Per Musumeci rimpasto senza grosse novità, saranno sempre di Forza Italia i due nuovi assessori regionali. Giunta tutta al maschile tranne per la nuova portavoce, Michela Giuffrida.

Si chiude la vicenda legata al rimpasto voluto da Forza Italia nella giunta Musumeci. Escono Bernardette Grasso (Assessore Regionale alle Autonomie Locali) ed Edy Bandiera (Assessorato agricoltura e pesca). Non ci saranno donne in questa nuova giunta così composta:

Marco Zambuto, avvocato e già sindaco di Agrigento per 7 anni, avrà la delega alla Funzione pubblica e alle Autonomie locali. Toni Scilla, ex deputato regionale e presidente di Agripesca Sicilia, si occuperà di Agricoltura, sviluppo rurale e pesca. Entrambi appartengono a Forza Italia, come gli uscenti. Il rimpastino infatti è stato voluto da Gianfranco Miccichè, leader maximo di Forza Italia in Sicilia.

Di fatto da oggi la giunta Musumeci è senza una donna e senza rappresentanze messinesi. Le parole di Musumeci nei giorni scorsi avevano lasciato intendere che ci sarebbe stata una sensibilità diversa. Sul curriculum dei nuovi assessori entrati in giunta invece, non si può obiettare nulla. Forse, leggi e quote rosa a parte, si dovrebbe iniziare a vagliare i curriculum degli assessori più che il genere di appartenenza.

Non ci saranno assessori messinesi, questo appare più “grave” dato che Musumeci in provincia di Messina ha di fatto vinto le sue elezioni. Ma gli assessori li decidono i partiti e sono quasi sempre frutto di equilibri interni alla coalizione che, spesso, non riguardano campanilismi e gonfaloni territoriali.

Sarà invece donna (e di sinistra) la nuova portavoce del Presidente Musumeci dopo le dimissioni di Fabio Di Pasquale (che farà parte dell’ufficio stampa regionale). Si tratta di Michela Giuffrida, giornalista professionista già eurodeputata del Pd e corrispondente di Repubblica con un importante curriculum tecnico. Anche qui si è scelto il merito più che l’appartenenza ai colori politici e al genere sessuale.

 

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo