Il frutteto didattico per riscoprire la natura del Comune di Basicò

Una idea della nuova amministrazione motivata dall'obiettivo di coinvolgere grandi e piccoli nella riscoperta dei prodotti locali a cui Basicò deve tanto

Ecco il primo passo, anzi i primi 50 passi, per la realizzazione del Frutteto Didattico all’interno della bellissima cornice del palazzo baronale. Da sempre lo spazio esterno al palazzo non ha trovato una specifica destinazione, sono innumerevoli i progetti che potrebbe ospitare ma nulla calza meglio, a nostro avviso, di un frutteto didattico.

Con queste parole viene spiegata su Facebook  la nuova iniziativa che riguarda l’ambiente verde di Basicò. In primis è un richiamo storico. Si racconta infatti che l‘ultima famiglia feudataria di Basicò, i De Maria, avevano fatto piantare nel loro “giardino” ogni albero da frutto all’epoca conosciuto. Il barone, persona solitaria e guardinga, amava passeggiare nella propria tenuta contornato da essi: la famosa “passiata du baruni”.

Sarà quindi una fonte di attrazione per grandi e piccini. L’idea è anche quella di realizzare una sorta di aula a cielo aperto per il mondo della scuola, le scolaresche che verranno a farci visita potranno toccare con mano i diversi frutti che la natura ci offre. Ciò potrebbe servire a sensibilizzarli verso l’importanza della biodiversità e la coltura della terra. Sarà il primo frutteto didattico della zona. Il che costituisce un’esclusiva per il nostro paesino.

Una attrazione nuova e innovativa che si aggiunge alle viuzze basicotane, le cripte, le chiese, i caseifici, il baglio, quelle che erano l’abitazione del barone e dei sudditi, la grande biblioteca, il museo arti e tradizioni…

Chiunque ami la natura, l’aria pulita, la storia, gli odori, i colori e i sapori genuini non troverà posto migliore di questo.

Ad ogni albero sarà associata una targhetta che ne indicherà le peculiarità, la storia e qualche curiosità. Gli alberi, al momento, sono 50, tutte specie autoctone diverse. Diverse tipologie di pere, mele, albicocche, kaki, gelsi, ciliegie.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo