Il diavolo si confessa in chiesa: Milan-Juve 1-3

La 16° giornata di serie A si è conclusa col posticipo Milan Juventus, deciso dal talento di Federico Chiesa. 

Domenica sera la 16° giornata di Serie A, si è conclusa col posticipo tra Milan e Juventus. Partita disputata tra le mille incertezze, visti i casi di positività al Covid-19 sia tra i rossoneri, sia tra i bianconeri, che nonostante tutto sono partiti verso Milano.  Sicuramente i rossoneri avevano molte assenze: Ibrahimović  e Bennacer su tutti, ma ciò nonostante hanno disputato un ottima gara.

Infatti, la partita è stata molto equilibrata, fino a quando al 18° minuto il talento dei singoli ha fatto la differenza. Dopo aver già messo in difficoltà Theo Hernández Chiesa si accentra partendo da destra, e combina splendidamente con Dybala che gli serve un assist meraviglioso per la rete dello 0-1.

Anche il 2° goal della Juve arriva grazie all’asse Dybala-Chiesa, con quest’ultimo che dopo aver ricevuto salta ancora una volta il terzino rossonero e insacca alle spalle di Donnarumma. Risultano quindi decisive le reti dell’ex fiorentina, arrivato in estate tra mille critiche.

Infatti molti lo hanno ritenuto l’ennesimo giovane sopravvalutato non degno del proprio cognome. Tuttavia, a suon di ottime prestazioni, il classe ’97 si sta prendendo il posto da titolare con la maglia bianconera. Sicuramente è ancora presto per dire se riuscirà a mantenere queste prestazioni. Infatti, già nelle precedenti stagioni, con la maglia della Fiorentina, Federico aveva giocato partite eccezionali e gran parte delle altri a livello mediocre.

Per questo, da molti tifosi della Juventus il suo acquisto era stato visto come un Bernardeschi 2.0, giocatore che ha deluso moltissimo le alte aspettative. Però Chiesa col goal dell’altro giorno ha già superato il numero di goal di Bernardeschi in 4 stagioni, e siamo solo all’inizio.

Le premesse ci sono tutte, ora a Chiesa non resta che mostrare a tutti che è degno del cognome che porta.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo