I giovani al centro di un confronto tra i candidati a Sindaco di Milazzo

Un evento partecipato che ha messo al centro le questioni giovanili in una campagna elettorale molto tesa e densa di appuntamenti.

Sette sedie per sette candidati a sindaco. Nel confronto all’americana al Totù organizzato dalla redazione del Tirrenico hanno partecipato tutti i candidati a Sindaco nonostante gli impegni della campagna elettorale. Assenti “giustificati” per motivi lavorativi, Adele Roselli e Gioacchino Abbriano che hanno comunque inviato due assessori “di peso” come Licia D’Alì per Abbriano e Giuseppe Amendolia per Roselli. I posti e l’ordine di risposta sono stati assegnati con sorteggio pubblico.

Il confronto è stato condotto dal Direttore Santi Cautela che ha rivolto ai candidati le 6 domande sui giovani: movida, sport, occupazione, università, arte e cultura, impresa. Due minuti a testa cronometrati per rispondere alle domande sui giovani, un tema centrale di questa campagna. Non sono mancati “momenti di tensione” tra i candidati, in particolare tra Midili e D’Alì (PD) e tra Midili e Italiano.

Il prossimo evento sui “giovani” sarà venerdì 25 settembre alle 11.30 nell’aula consigliare del Comune di Milazzo: si premieranno le giovani eccellenze tramite i Tirrenico Awards. 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo