Hamuri propone il percorso “Carni dal mondo”, si parte con il sashi finlandese

Una nuova iniziativa di Hamuri che propone un percorso gastronomico ogni settimana tra le carni più pregiate del mondo. Si parte con il sashi finlandese

Una idea venuta all’imprenditore Riccardo Massa di Milazzo, CEO di Hamuri hamburgheria e steak house milazzese di successo. Proporre un percorso gastronomico “luxury” ed esclusivo con un tour sulle carni del mondo più pregiate. Ogni mercoledì un viaggio culinario tra le carni che più hanno viziato i palati dei critici gastronomici. Si parte mercoledì 10 novembre con il Sashi Finlandese, rinomata carne ricavata da bovini nati, allevati e macellati in Finlandia e paragonato al Wagyu Kobe giapponese, tanto da parlare di wagyu europeo.

Sashi è un termine giapponese che significa marezzatura. Quindi quando si parla di carne Sashi o Sashi Beef s’intende un taglio di carne bovina caratterizzato da una buona quantità di grasso intramuscolare, distribuito in modo uniforme.

In relazione alla quantità e distribuzione delle infiltrazioni di tessuto connettivo (marmorizzazione), la carne viene classificata in diversi gradi di marezzatura. Maggiore è il grado di marezzatura, più pregiato è il taglio di carne.

Una buona marezzatura è infatti sinonimo di salute e qualità. Soltanto bovini allevati con un’alimentazione sana e naturale, in condizioni ambientali ideali, sono in grado di produrre carne con un buon grado di marezzatura.

Il Sashi è un livello di marezzatura ma non indica la provenienza. La carne Sashi finlandese si ricava invece soltanto da bovini nati, allevati e macellati in Finlandia, completamente alimentati ad erba.

In particolare, parliamo di due razze bovine specifiche: la Frisona e, soprattutto, la Ayrshire, razza bovina originaria della Scozia che raggiunge mediamente i 500-600 kg (femmine), caratterizzata da un mantello pezzato di color rossastro.

Quella che assaggerete è una carne già frollata 30 giorni che arriva per la prima volta a Milazzo dal buon Riccardo Massa. Non vi resta che prenotare per provare questo percorso “scandinavo” con antipasti e vini dedicati al tema.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo