Petizione Annullamento Multe Asse Viario Milazzo

Firma la petizione per annullare le multe sull’asse viario 

Firma qui

Dumilapassi, il nuovo film di Federico Maio presentato a Pace del Mela

Un film ambientato sul finire della Seconda Guerra Mondiale, una storia di giovani fatta da giovani del comprensorio del Mela nel messinese

Un progetto fatto da ragazzi under 35 che immortala le bellezze paesaggistiche del nostro comprensorio. Dumilapassi è il film di Federico Maio, giovane filippese che ha messo insieme una squadra di ragazzi messinesi. Il film, ambientato nel 1944, racconta la storia di 10 soldati italiani che si ribellano al regime di Salò e tentano la fuga. Soltanto 5 di loro riusciranno nell’impresa. Il ritorno a casa, però, sarà tutt’altro che semplice. Dovranno affrontare numerose sfide ed intraprendere un lungo e complicato viaggio a piedi alla volta della Sicilia, dove nel frattempo il nipote di un signorotto locale proverà ad insidiare la promessa sposa di uno dei soldati partiti per la guerra, creando non poco scompiglio.

Riusciranno i protagonisti a fare ritorno nella loro terra? E cosa troveranno al loro rientro?

“Dumilapassi” è un film che racconta la follia della guerra, ma anche la forza dell’amore e della passione. L’odio e la fratellanza, il tradimento e la fedeltà. Una madre che aspetta i suoi figli, un amico che difende l’onore di chi è in guerra, una donna che cede alle tentazioni di una vita più sicura, dei giovani che rischiano la morte per  tornare alla povera vita di sempre. Duemila passi rappresentano una distanza, ma nel contempo simboleggiano la speranza del ritorno a casa.

“Dopo un lavoro lungo 6 anni, finalmente siamo riusciti a realizzare il nostro sogno di vedere ultimato il film, che il 21 gennaio sarà proiettato per la prima volta”. Queste le parole del regista Federico Maio. “Non sappiamo – prosegue –  cosa accadrà in futuro, se le scelte artistiche e tecniche saranno di gradimento del pubblico o meno. Di sicuro noi abbiamo lavorato con passione e dedizione. Spero di fare non “cinema”, ma il “mio cinema”. Di riuscire cioè a trasferire qualcosa di mio al pubblico”.

Il film ha ricevuto il patrocinio dei comuni di San Filippo del Mela,  Montalbano Elicona, Santa Lucia del Mela, Pace del Mela, Milazzo, Francavilla di Sicilia e dell’Ente Parco Fluviale dell’Alcantara, nei cui territori sono state girate le scene principali. Importante anche il sostegno dell’associazione “Il Giglio”.

Gli interni sono stati curati interamente dalla casa di produzione, e molti di essi sono stati realizzati ex novo. Un lavoro lungo alcuni anni, ma che ha consentito un’accurata ricostruzione scenica. Oltre 150, inoltre, i costumi impiegati, frutto del lavoro di sarte messinesi.

Nel cast, tra gli altri, Jagoda Lewandowska, attrice in “Vita da Carlo”;  Ruben La Malfa, che ha recitato nella fiction Mediaset “Viola come il Mare”, in “El Taipan” (Netflix) e in numerosi spot pubblicitari; Roberto Colombo, noto attore di musical italiani; Gianluca Busani,  influencer su TIK TOK e INSTAGRAM. Numerosi, inoltre, gli attori locali coinvolti, molti dei quali membri dell’associazione teatrale “Le nuove immagini”.

Una troupe giovane, composta per la gran parte da under 35. Ragazzi coraggiosi, che hanno creduto nel loro sogno e si sono adoperati per realizzarlo, superando non poche difficoltà. “Dumilapassi” è stato proiettato nei locali dell’Auditorium di Pace del Mela il 21 gennaio.

Il film è prodotto, scritto e realizzato da Ventitreesimastrada srl, giovane realtà di produzione cinematografica siciliana indipendente fondata nel 2013 da Federico Maio e Carmelo Cambria,  che vanta, tra i suoi lavori,  la realizzazione del film “Malamuri”. Uscito il 28 novembre 2016, ha riscosso grande successo di pubblico e di critica ed è stato proiettato negli UCI Cinemas Siciliani il 28 novembre 2017 e alla Settimana Italiana 2017 a Montreal in Canada, rientrando peraltro nelle selezione ufficiale dell’ICFF. Malamuri è stato inoltre premiato da Radio Milazzo per la regia ed ha ricevuto il premio Adolfo Celi  del Comune di San Filippo del Mela .


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo