Dal convegno “Gli eterni incompiuti” nasce l’Osservatorio dei trasporti del comprensorio

Non tutti i convegni vengono per nuocere. Anzi, da "Gli eterni incompiuti" è nato l'Osservatorio dei trasporti del comprensorio: ha inizio una nuova fase per i nostri trasporti.

Osservatorio

Sabato scorso presso il Parco urbano di Barcellona Pozzo di Gotto è andato in scena il convegno “Gli eterni incompiuti“. Le relazioni e gli interventi dei relatori hanno convinto gli amministratori presenti alla tavola rotonda. Con l’intervento finale di Gianni Pino, sindaco di San Filippo del Mela, si è dato l’impulso necessario per la nascita dell’Osservatorio dei trasporti del comprensorio. Un’idea che principia dalla volontà di garantire un servizio trasportistico adeguato all’epoca nella quale viviamo senza dimenticare il passato.

È questo il primo punto che si sono prefissati di realizzare i pionieri dell’Osservatorio: riprendere i progetti che hanno reso il comprensorio collegabile – ad esempio – da Barcellona fino a Messina tramite un tram o pensare ad una riqualificazione delle vecchie linee raccontate dallo storico Marco Spada. Inoltre, sempre sul tavolo dei primi lavori dell’Osservatorio, vi è il progetto di garantire nuovamente dei bus navetta tra San Pier Niceto e la stazione di Pace del Mela. Un’idea nata dalla mente dell’ex assessore ed ex dirigente di Trenitalia Pino Chillemi e sperimentata poco prima della pandemia.

È arrivato il momento della ripresa. Gli amministratori locali sono già al lavoro per cominciare a mettere nero su bianco. D’altronde il motto del Genio ferrovieri è un’incitazione non da poco: “Fervidis rotis ad metam“, ovvero “Ruote infuocate fino alla meta“.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo