Covid, la Sicilia torna arancione da domenica 31

La Sicilia si appresta a passare dalla zona rossa a quella arancione. Il cambiamento cromatico avverrà nella notte di domenica 31 gennaio.

Zona arancione

La Sicilia torna finalmente in zona arancione dalla mezzanotte di domenica 31 gennaio. La nostra regione condivide lo stesso colore di Puglia, Sardegna, Umbria e della provincia autonoma di Bolzano. Tutte le regioni, tranne il Molise, presentano un indice di trasmissibilità Rt puntuale sotto 1. Nello scorso monitoraggio, le regioni con Rt superiore a 1 erano ben 10.

La Sicilia mostra un indice Rt addirittura sotto la valutazione che era stata fatta due giorni fa. Nel complesso la regione potrebbe pure passare in zona gialla, ma ciò non può ancora accadere perché la classificazione tende al limite superiore (0,98).

Non si dovrà più utilizzare l’autocertificazione per uscire di casa e al contempo riapriranno i negozi generalisti di abbigliamento. I centri commerciali saranno chiusi nel fine settimana e bar e ristoranti resteranno soltanto da asporto. Alla regione tocca l’arduo compito di decidere sulla riapertura delle scuole.

Intanto due giorni fa è stato approvato all’Ars un ordine del giorno presentato dalla Lega, che impegna il governo della Regione ad applicare in Sicilia le misure relative alla “zona arancione”, fermo restando eventuali ma mirate restrizioni di tipo locale in funzione dei contagi, attraverso controlli rigidi e adeguati.

“Sono contento che tanti imprenditori abbiano avuto voce, attraverso la nostra iniziativa, che con forza e determinazione è stata voluta da Minardo, nostro segretario regionale in Sicilia”. Così Vincenzo Figuccia, deputato della Lega all’Ars e coordinatore provinciale del partito a Palermo.

Proprio oggi pomeriggio l’assessore alla Salute Ruggero Razza aveva rassicurato evidenziato come lo stop alla zona rossa ed il conseguente passaggio alla zona arancione dovrebbe scattare il 31 gennaio.

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo