Capri Leone: si apre la sfida tra Caputo e Grasso

Si apre la sfida per le comunali a Capri Leone tra Giorgio Caputo e la lunga gestione Grasso. Si manterrà lo status quo o vincerà un altro giovane sui Nebrodi? 

Caputo

Una piazza gremita ha salutato ieri sera a Capri Leone la presentazione della lista del candidato sindaco Giorgio Caputo, giovane caprileonese che alle amministrative del prossimo 12 giugno proverà a scrivere i titoli di coda sulla lunga gestione Grasso. Caputo e il suo entourage, composto per lo più da giovani esordienti nel mondo della politica, cercherà di confermare il trend registratosi negli ultimi anni in molti comuni nebroidei che ha visto premiare molti giovani candidati.

Nel corso del suo intervento, Giorgio Caputo ha voluto sottolineare come il comune di Capri Leone non sia al passo coi tempi né da un punto di vista infrastrutturale, né turistico, né demografico. A ciò aggiunge anche la sua invettiva sull’aumento del carico fiscale, malgrado le ripetute promesse di una riduzione delle aliquote. Caputo auspica dunque ad una vera e propria rivoluzione insieme alla lista che lo sostiene: “Uniti per il futuro”.

Il candidato ha infine manifestato il proprio disappunto nel vedere i propri coetanei spostarsi e scegliere di acquistare casa e vivere nei comuni limitrofi, facendo riferimento nello specifico al vicino comune di Torrenova, complimentandosi altresì di riflesso con l’amministrazione Castrovinci. Caputo ha anche sottolineato l’enorme differenza nella gestione amministrativa del comune torrenovese, diventato un autentico fiore all’occhiello dell’hinterland, rispetto a Capri Leone, rimasto invece molto attardato. Parola ai suffragi del 12 giugno.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo