Calcio, stagione prossima ad essere azzerata

I Campionati dalla Promozione alla Terza Categoria non ricoprono interesse nazionale e ripartiranno a settembre

campo calcio

Nulla di deciso ancora per quanto riguarda il futuro dei campionati dilettantistici siciliani. Nell’attesa, le società continuano ad ipotizzare possibili soluzioni, ma alla fine tutto potrebbe risultare tempo perso. Gli addetti ai lavori e coloro che vivono più da vicino sono sempre più convinti che i campionati non avranno seguito e bisognerà pensare già alla prossima stagione 2021-2022. C’è infatti chi la pensa ormai così: “I campionati che vanno dalla Promozione alla Terza Categoria non ricoprono interesse “nazionale”, se ne riparlerà a settembre con una nuova stagione. Si riparte da zero con gli stessi gironi, con le stesse squadre, quindi nessuna promozione, nessuna retrocessione. In sostanza la stagione attuale 2020-2021 si può ritenere annullata (manca l’ufficialità, ma la via sembra ormai segnata), nessuna formazione verrà retrocessa dall’Eccellenza, visto il blocco delle retrocessioni.

Si apre, quindi, uno scenario che si prospettava da diverse settimane, fino a quando non c’è la sicurezza sanitaria non si può ritornare a calpestare i campi dei campionati cosiddetti “non d’interesse nazionale”. Ciò per ovvi motivi, le società non possono sostenere dal punto di vista economico il protocollo anti Covid in atto nel campionato di Serie D (nonostante ciò ogni domenica ci sono gare rinviate per atletici colpiti da positività), chi gioca, gli addetti ai lavori non vivono di “calcio” hanno un lavoro che non possono mettere a repentaglio con tutte le conseguenze che ne derivano. Possiamo considerare la stagione 2020-21 come una stagione “sabbatica”, tutto azzerato, nulle le gare disputate, al riguardo ricordiamo che al momento dello stop a fine ottobre nel campionato di Promozione si sono disputate 6 giornate, 4 in Prima Categoria, mentre in Seconda solo 2 giornate, nella Terza Categoria “stop” ancora prima di iniziare”.

Questo il punto di vista di “Sicilia in Gol”, il portale del calcio siciliano, che, al punto in cui siamo arrivati, con i riscontri che dà l’attuale stato pandemico, con il silenzio che regna nella sedi deputate a dare risposte ed a sciogliere riserve, riteniamo anticipi, con un oculato e competente esame della situazione, quella che alla fine potrebbe essere la decisione che compete agli organi federali e che ci sentiamo di poter condividere.

A cura di Andrea Italiano 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo