Calcio, l’Igea 1946 ritrova la vittoria grazie ai gol di Assenzio e Genovese

Vittoria scaccia pensieri dell'Igea, che archivia il passo falso di sette giorni fa. Un 2 a 0 che non ammette repliche e spedisce i giallorossi al secondo posto del campionato d'Eccellenza.

Torna a sorridere l’Igea 1946 del presidente Stefano Barresi, la vittoria 2 a 0 sul campo dell’Aci Catena fa dimenticare la sconfitta subita la scorsa giornata, e porta i giallorossi in seconda posizione in classifica. I ragazzi di mister Furnari soffrono poco e giocano un bel calcio, senza soffrire più di tanto, riuscendo a portare a casa il bottino pieno.

 

La sintesi

Primo tempo che inizia con ritmi blandi, fino al 32′ minuto, quando una punizione dal limite di Roberto Assenzio viene disinnescata in angolo da Fiduccia. La gioia del gol è stata solo rinviata di qualche secondo, dall’angolo che ne sussegue Ferraù pesca dentro l’area Assenzio che con un preciso colpo di testa porta in vantaggio l’Igea, realizzando il suo secondo gol in campionato. L’Aci Catena non ci sta e al 39′ minuto va vicina al pari con Licata, ma il suo tiro è respinto da Lo Monaco. L’Aci Catena reclama un rigore, ma l’arbitro, il sig. Salerno fischia un fallo in attacco. Sarà questa l’ultima emozione del primo tempo.

Secondo tempo che si apre con l’Aci Catena pericoloso con una conclusione di Licata, bloccata da Lo Monaco. Resta in avanti l’Aci Catena, da lontano ci prova Spitaleri, ma la conclusione si spegne alta sopra la porta. L’igea cerca allora di chiudere la pratica, ma prima Bucolo e poi Assenzio non inquadrano la porta. L’Igea reclama un rigore per l’atterramento dentro l’area ai danni di Bucolo, ma anche questa volta non viene concesso dall’arbitro. L’Aci Catena tenta il tutto per tutto, e sfiora il pari con Castelli che con un tiro dal limite impegna severamente Lo Monaco. Al minuto 82′ mister Furnari è costretto ad un cambio forzato a causa dell’infortunio di Francesco Crifò uscito dal campo in barella e sostituito da Sciotto. L’Igea chiude la pratica al 95′ sugli sviluppi di un contropiede, la prima conclusione di Ferraù si stampa sul palo, ma Genovese è lesto sulla ribattuta e insacca realizzando la sua prima rete stagionale. Rete che chiude definitivamente il match proiettando l’Igea al secondo posto in campionato in coabitazione con Santa Croce e Aci Sant’Antonio.

Igea che nella prossima sfida in campionato affronterà in casa l’Enna in un D’Alcontres-Barone ancora a porte chiuse. Igea che Mercoledì dovrà affrontare il Giarre negli ottavi di coppa Italia, partita che si svolgerà sempre in casa al D’Alcontres-Barone.

 

Il tabellino

Aci Catena: Fiduccia, Santonocito, Strano (34 st. Platania), Spitaleri, Spampinato, Semprevivo, Catania, Sangiorgio, Finocchiaro, D’Emanuele, Licata (20 st. Castelli). All. Migneco

Igea 1946: Lo Monaco, Giunta (17 st. Bucolo), Longo, Tricamo, Cassaro, Trimboli, Ferraù, Assenzio, Multanen (29 st. Genovese), Biondo (46 st. Cambria), Crifò (37 st. Sciotto). All. Furnari

Arbitro: Salerno dalla sezione di Catania

Marcatori: 35 pt. Assenzio, 49 st. Genovese

 

I risultati

Atletico Catania – Virtus Ispica 2020                  1-3

AciCatena Calcio 1973 – IGEA 1946                  0-2

Enna Calcio – Acquedolci                                       1-0

Giarre 1946 – Carlentini Calcio                             5-1

Jonica F. C. – Mascalucia San Pio X                    2-2

Santa Croce – Real Siracusa Belvedere               3-2

Siracusa – Ragusa Calcio                                       3-1

Sport Club Palazzolo – Aci S. Antonio Calcio    0-2

 

La classifica (Eccellenza Gir. B)

Giarre 1946  12
Santa Croce  9
Aci S. Antonio Calcio  9
IGEA 1946 9
Siracusa  7
Carlentini Calcio  7
Enna Calcio  6
Acquedolci  6
Virtus Ispica 2020  6
Jonica F. C.  5
Sport Club Palazzolo  4
Atletico Catania  3
Ragusa Calcio  1
Mascalucia San Pio X  1
Real Siracusa Belvedere  1
AciCatena Calcio 1973  0


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo