Autostrade Siciliane, bollettino da guerra: 2.600 incidenti in 2 anni

Le associazioni di consumatori Federconsumatori, Arco Consumatori, Konsumer in sinergia con Cittadinanzattiva Autostrade Sicure, recentemente hanno presentato un esposto alla Procura della Repubblica di Messina.

Negli ultimi 2 anni sono stati registrati oltre 2mila e 600 incidenti, un vero e proprio bollettino di guerra. Questi sono i bilanci tratti dall’associazioni Federconsumatori, Arco Consumatori e Konsumer, insieme con Cittadinanzattiva Autostrade Sicure, che riguarda le autostrade A18 e A20. Numeri da mettere i brividi, incidenti questi che hanno causato 17 morti, 700 feriti. Ciò evidenzia come sembri non esserci pace per i tratti autostradali da e verso la città di Messina. Da quando l’Anas aveva revocato la concessione al Cas, poi restituitale dal CGA, è stato un crescendo di degrado, con episodi di evidente trascuratezza e negligenza. Di conseguenza le associazioni hanno deciso di presentare un esposto alla Procura della Repubblica di Messina per attentato alla sicurezza dei trasporti, che arriva in un periodo critico per le autostrade siciliane, invase non solo dal traffico ma anche dai cantieri.

 

Le dichiarazioni del dott. Domenico Interdonato di Cittadinanzattiva AT Autostrade Sicure

«Invito il Ministro Enrico Giovannini, a percorrere le intere tratte della A18 e della A20 con soste programmate.  questo è l’unico modo per fare vivere l’amara realtà delle infrastrutture in Sicilia. Attendiamo ormai da 6 anni l’intervento del governo per togliere il pedaggio e declassare le due tratte a strade statali». 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo