Alla Quercia di Santa Lucia del Mela salumi a km zero

Una storia di famiglia con la passione per i prodotti autentici siciliani: è la Quercia. A Santa Lucia del Mela tra suino nero, salumi e formaggi alla riscoperta di come si faceva una volta.

Accorciare la filiera e portare tutta la produzione in pochi metri abbattendo i costi. Un’azienda che premia la sostenibilità e il biologico con prodotti artigianali e di eccellenza.

E’ la Quercia di Santa Lucia del Mela. Una realtà a gestione famigliare già alla sua terza generazione di entità commerciale: da macelleria ad allevamento fino a ristorante. Una delocalizzazione al contrario: ossia sempre più verso l’autenticità. La mamma e la nonna ancora nella cucina originale da dove tutto è iniziato verrebbe da dire. Quello che colpisce è la produzione di salumi di ogni tipo. Il fiore all’occhiello è senz’altro il suino nero e il lardo speziato, i salumi di asina ragusana, il formaggio maiorchino.

Verra prelibatezza la carne a forno cotta nelle tegole per tutta la notte, una cottura a vapore che ne esalta gli aromi e la morbidezza. Il ragù di suino nero, la pasta fresca, il pane casereccio e il nero d’avola locale, tutto, a La Quercia è un “made in” a chilometro zero che stupisce per qualità e quantità. Da fare il tour dell’azienda tra capre, asini piccoli e grandi, cavalli, oche e struzzi. Produzione di nicchia infatti anche la carne di struzzo, di cervo e di asino. Per accontentare tutti i palati.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo