10 giugno 1918. L’impresa di Luigi Rizzo per sempre nella storia della Marina

Luigi Rizzo e la sua impresa di Premuda. Una data divenuta poi la celebrazione annuale della Marina Militare. Milazzo ricorda il suo eroe, la Marina anche.

Un anno fa la nostra commemorazione alla memoria di Luigi Rizzo, l’eroe milazzese celebrato dalla Marina Militare Italiana nella giornata del 10 giugno. Ed è proprio questa giornata ad essere divenuta la festa della Marina, omaggiando l’impresa di Premuda.

Il 10 giugno 1918, il milazzese Amm. Luigi Rizzo affondava la nave austriaca Santo Stefano nei pressi dell’isola di Premuda.

“L’azione di Premuda, per le sue conseguenze militari e politiche, equivale ad una grande battaglia vinta, che cambia definitivamente il corso della Prima Guerra Mondiale a favore dell’Italia e dà grande prestigio alla Marina che, dal 1939 in poi, in ricordo di quell’evento, celebra la sua Giornata il 10 giugno. A riconoscimento dell’eroismo dimostrato in azione, il Comandante Luigi Rizzo “di Premuda” viene proposto per una seconda medaglia d’oro al valor militare, dopo quella già tributata per l’affondamento della corazzata Wien.”

Quell’impresa, più della beffa di Buccari, consegnò il milazzese Luigi Rizzo alla storia, per sempre. Il valore delle sue gesta militari risiede per sempre nella storia di questo Paese così come anche nelle parole di Gabriele D’Annunzio che proprio con Rizzo divenne amico in quegli anni in cui “si faceva la storia”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo